Usa lo smartphone e una App per controllare e gestire il tuo antifurto

Partendo dal presupposto che i furti in Italia non accennano a diminuire e che più dell'80% degli italiani ha uno smartphone, si capisce come il controllo e la gestione della sicurezza attraverso lo smartphone, sia un'opportunità molto ghiotta per chi ha a cuore la sicurezza della propria famiglia e della propria abitazione.

App per gestire la videosorveglianza da smartphone

L'impianto di sicurezza tradizionale, composto da una centralina, dei sensori e da dispositivi sonori di allarme, si evolve e si completa con una App che permette il controllo dell'edificio da remoto. Le App attualmente sul mercato si dividono in due tipologie:

  1. Quelle che partono direttamente dal sistema di antifurto, in cui la maggior parte del lavoro è svolto dalla centralina.
  2. Quelle composte da una telecamera spia, che deve essere installata sul cellulare e che permette di monitorare ogni movimento dentro l'abitazione.
    Per scoprire cosa succede dentro alla casa basterà impostare l'applicazione permettendole di scattare delle fotografie e di inviarle all'indirizzo di posta elettronica o al numero di telefono impostati inizialmente.

Le applicazioni del primo tipo sono le più comuni e sono quelle che, quando la centralina rileva qualche anomalia e attiva l'allarme mandando un impulso alla sirena, permettono di ricevere una segnalazione sullo smartphone. Può essere un SMS di segnalazione, una chiamata ai numeri pre-impostati o un alert sull'interfaccia della App.
Per aumentare la sicurezza e rendere più tempestivo l'intervento sul posto, si può impostare l'avviso diretto alle forze dell'ordine o ad un centro di vigilanza privato.

La gestione tramite App è possibile sia con un sistema iOS che con uno Android ed è mirata al controllo in tempo reale di ciò che avviene nell'abitazione o nel capannone aziendale.
Grazie ad un cellulare connesso ad Internet è possibile così attivare l'allarme, disattivarlo o escludere delle zone all'interno (o all'esterno) dell'edificio. La cosa più affascinante (e rincuorante) è senza dubbio la possibilità di vedere in tempo reale le immagini riprese dalle telecamere del sistema di videosorveglianza.

Videosorveglianza su Cloud

Le telecamere di videosorveglianza in commercio sono dotate di App proprietarie che permettono di creare un vero e proprio sistema di controllo da remoto.
L'installazione di IP Cam (videocamere che generano un segnale video digitale pronto per essere trasmesso e controllato sulla rete dati Internet) e la loro connessione ad un software di controllo da remoto su pc o dispositivi mobile, è alla base di un sistema di videosorveglianza gestibile tramite smartphone.
Il passo successivo è collegare queste videocamere ad un sistema di archivio delle registrazioni. La videosorveglianza con una memoria su Cloud (il cloud computing è la distribuzione di una serie di servizi tra cui quelli di archiviazione, tramite Internet) è la soluzione migliore perché permette di salvare molte ore di registrazione-dati in un posto sicuro e di accedervi in qualsiasi momento da ogni parte del mondo.
Le telecamere si collegano al Video Management Software (software di gestione video)situato su un server che raccoglie lo stoccaggio delle registrazioni online, usando una connessione Internet a banda larga. A seconda delle preferenze impostate lo farà attraverso un cavo di rete o grazie ad una connessione Wi-Fi.

Allo spazio di archiviazione personale su Cloud possono essere collegati molteplici device (PC, tablet, smartphone, ecc.) che permettono di monitorare le immagini delle diverse aree protette dal sistema di allarme, sia di giorno che di notte (la visione notturna con raggi infrarossi garantisce registrazioni video molto nitide).
Attraverso la App installata è possibile ricevere da remoto notifiche e segnalazioni di anomalie generate dal sistema di videosorveglianza e interagire modificando l'intensità e le aree di rilevamento dei movimenti. Se la telecamera dovesse accorgersi di un movimento sospetto, invierebbe una notifica agli smartphone collegati al dispositivo. E in caso di black-out il sistema continuerebbe a funzionare grazie alle batterie interne.

Perché è bene preferire la memoria sul Cloud?

Quando ci si trova nella comoda posizione di poter scegliere, è consigliabile optare per un sistema di videosorveglianza con archiviazione su Cloud per i seguenti motivi:

  1. le registrazioni sono archiviate al sicuro e vi si può accedere in qualsiasi momento
  2. Il salvataggio delle registrazioni è protetto da user e password. Queste corrispondono all'account della persona che si è registrata al servizio di archiviazione su Cloud. Inoltre, non rischiano di finire in mano a persone che non siano state dichiarate idonee dal proprietario e restano in un'area sicura dove non c'è il pericolo che vengano cancellate accidentalmente.
  3. si può essere testimoni in real time di ciò che sta accadendo in casa
  4. La videosorveglianza che si può seguire tramite smartphone ripropone, in simultanea, le immagini di ciò che sta accadendo nell'edificio dando l'opportunità a chi sta visionando le immagini di accertarsi della situazione e, eventualmente, di agire in maniera opportuna contattando familiari o forze dell'ordine.
  5. si accede all'antifurto attraverso lo smartphone
  6. Installando l'App proprietaria direttamente sullo smartphone si ha l'accesso diretto ad una serie di parametri, senza necessariamente dover accedere ad Internet attraverso il browser.
  7. si può collegare il sistema alla centrale operativa di un servizio di vigilanza
  8. Il sistema in Cloud non ha bisogno dell'acquisto e della manutenzione di costosi sistemi hardware e software che permettano la registrazione video.

Ora, come sempre, la scelta tocca a te. Noi di CMC siamo a tua disposizione per consigliarti e indicarti la soluzione più adatta in base alle tue esigenze e al tuo stile di vita. Contattaci per una chiacchierata e raccontaci cosa ti aspetti da una App che è in grado di gestire un sistema di videosorveglianza tramite smartphone.