Rete domestica e protezione attiva della privacy

Tutti gli uffici, molti negozi e ormai sempre più abitazioni hanno una rete domestica che permette di collegare tra loro e ad Internet i dispositivi tecnologici che vengono utilizzati ogni giorno.
Gli smartphone, i tablet, i computer (ma non solo loro... pensiamo anche alle smart tv, ai moderni frigoriferi o lavatrici che possono essere comandati a distanza) contengono e conservano per noi tantissime informazioni personali. Questo è il frutto della sempre più potente tecnologia che ci permette di fare cose, un tempo inimmaginabili.

Rischi per la privacy

Se da un lato questo rappresenta un vantaggio per quanto riguarda la comodità, c'è da prendere in considerazione anche il rovescio della medaglia: si mette a rischio la propria privacy.
Ti stai abituando a leggere o a sentire parlare di rischi derivanti da fantomatici hacker, da e-mail spam, da allegati che "nel dubbio, è sempre meglio non scaricare" e sei ragionevolmente sicuro di aver capito l'importanza di non cliccare su banner che promettono l'eterna giovinezza o di non visitare pagine web poco affidabili.
La cosa a cui potresti non aver ancora dedicato la giusta attenzione è che i rischi possono derivare anche dall'accesso alla tua rete domestica. Qualcuno potrebbe impossessarsi della tua chiave di rete e compiere, attraverso la tua banda, operazioni illegali che minano la sicurezza dei tuoi dati e che rallentano le tue attività.

Rete domestica

Parlando di rete domestica ci si riferisce a meccanismi che permettono ai computer collegati alla stessa rete di “vedersi” e “comunicare” tra loro. Questo avviene grazie a dei router, dispositivi che mettono in comunicazione più computer.
I nostri tecnici CMC sono in grado di proteggere il tuo sistema di rete creando delle porte programmate, differenziate secondo l'uso: un ramo può comunicare con la smart tv, uno con il computer e uno, per esempio, potrebbe essere dedicato agli ospiti. Hai presente, l'imbarazzo che cala in casa quando arriva un tecnico che, per fare dei test, ti chiede la password dei wi-fi? Certo, gliela fornisci, ma resti sempre un po' con il dubbio che la tua password sia, in un attimo, passata ad un estraneo che non doveva saperla.
Cosa farà con la tua password, il tecnico che è appena uscito da casa tua? Nel 99% dei casi, niente. Anzi, appena avrà svoltato l'angolo lui si sarà dimenticato di te e della tua password. Ma visto che "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio", non sarebbe molto più pratico dare al tecnico la "password per gli ospiti"?
Lui e i tuoi amici di passaggio avranno a disposizione un ramo della tua rete domestica che potranno usare occasionalmente, senza mettere a rischio dati per te importanti.
Il termine "domestica" non si riferisce solo a quello che succede in una abitazione privata, poiché può essere presente anche in negozi, circoli ricreativi, uffici, capannoni...

Router, modem e access point

Per connettersi a Internet è necessario un modem ma per creare una rete domestica deve esserci un router. Si tratta di un oggetto che permette la condivisione della stessa connessione a più computer o dispositivi informatici.
Un router gestisce quei protocolli che sono alla base della creazione di una rete informatica. Garantisce che tutti i dispositivi siano adeguatamente connessi e comunichino tra loro.
Attraverso router e modem non passano più solo i computer, ma anche smartphone, tablet, smartwatch, smart tv. In alcune abitazioni più moderne anche gli elettrodomestici possono essere collegati alla rete domestica per essere programmati a distanza, migliorandoci le giornate.
Il router diventa, quindi, una via di accesso ai dati personali ed è di primaria importanza blindare i canali di comunicazione impedendo ad estranei di interessarsi alle tue operazioni bancarie, visionare fotografie e video di tua proprietà o scaricare materiale coperto da copyright.

Un altro oggetto che può far parte della tua rete domestica, contribuendo a migliorarla, è l'access point. Si tratta di un dispositivo che trasmette il segnale wi-fi portandolo anche in quelle aree dove, solitamente "non prende".
Quante volte ti sei ritrovato in casa a sbuffare e a tender il braccio verso l'alto, alla ricerca -vana-  di un segnale migliore perché, ormai da troppo tempo, non è uguale in tutte le stanze?
Gli access point hanno diverse funzioni ma, quella appena descritta, è la più comune ed è definita Root Mode. Significa che funziona da punto di accesso alla rete per i nodi mobili wireless (computer, smartphone, tablet...). Utilizzato in questa configurazione l'access point si comporta da nodo centrale di smistamento delle informazioni.

Va sottolineato che la creazione di una rete domestica o le operazioni necessarie per aumentarne la protezione, possono essere effettuate anche su impianti preesistenti e anche a supporto dei modem più comuni: quelli, per intenderci, che ti vengono portati a casa ed installati in fase di stipula del contratto con uno dei molti operatori telefonici attivi sul territorio.

Scopri se qualcuno si è introdotto nella tua rete domestica

Hai deciso che la cosa migliore sarà contattare, senza impegno, i nostri tecnici per un sopralluogo ed un preventivo gratuito ma... hai il dubbio che "la frittata sia già stata fatta"?
Temi che qualcuno si sia già introdotto nella tua rete perché hai la brutta abitudine di non proteggerla nemmeno con una password? Questo ti espone a rischi molto alti ma per ora... niente panico: il modo più facile per capire se qualcuno è collegato "a scrocco" è andare a controllare l'indirizzo del router scrivendolo sul browser, nella barra degli indirizzi.

Se non lo trovi, sappi che solitamente è 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1 ma potrebbe anche essere 192.168.1.254. Ora puoi scoprire i dispositivi che sono connessi e verificare se sono tutti di tua proprietà o se c'è qualche infiltrato.
Se l'idea di mettere mano in autonomia ti agita, ti possiamo rassicurare: ci sono dei software che svolgono questa attività al posto tuo. Con pochi click fanno un report dei dispositivi attivi sulla tua rete e a te non resterà che fare la conta e scoprire chi è l'intruso.
Noi ti auguriamo di non incappare in brutte sorprese e ti rinnoviamo il solito invito: non rimandare e affidati sempre a personale qualificato per mettere in sicurezza la tua casa, il tuo ufficio e, soprattutto, le persone che ami.